Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Clicca 'Accetta' se sei d'accordo oppure clicca su 'Leggi di piĆ¹' per avere maggiori informazioni.

FABRIZIO GIUSTI

Invertire, riordinare, mescolare, nascondere, far riemergere, sovrapporre, rendere dinamiche figure geometriche
in perfetto equilibrio e vivere costantemente contrasti cromatici e tattili, sono il segno distintivo e indelebile
dell’artista bolognese Fabrizio Giusti (1967).

In questo nuovo ciclo di opere ,realizzate con smalti, pigmenti a olio e acrilici su tela, l’artista vuole esprimere
il “legame indissolubile tra il fuori e il dentro che nella sua ricerca artistica diventano una cosa sola. Le pareti
che delimitano uno spazio interiore lasciano sempre intravedere un oltre , rendendo la superficie pittorica
priva di perimetro e di una fine ben definita.”

.